Viviamo tutti su un puntino azzurro

14 Febbraio 1990: la sonda Voyager 1 fotografa la Terra da una distanza di oltre 6 miliardi di chilometri. Il discorso di Carl Sagan sull’immagine del Pale Blue Dot resta tutt’oggi una delle più belle riflessioni sull’umanità.

NASA / JPL

Chi non conosce la storia di quest’immagine, forse si starà chiedendo che cos’abbia di speciale una fotografia sgranata, troppo scura, schiarita a malapena da qualche fascio colorato.
In questo caso non è tanto importante ciò che vediamo, ma capire che cosa stiamo guardando. 

Osservando bene, si nota un minuscolo dettaglio. Seguendo la striatura più chiara, lo sguardo si sofferma su un puntino azzurro.
Potrebbe sembrare pulviscolo sull’obiettivo, ma non è così. Quel puntino è la Terra.
Ecco come appare il nostro pianeta da una distanza di oltre 6 miliardi di chilometri.

Leggi tutto “Viviamo tutti su un puntino azzurro”

Moon di Duncan Jones: un nuovo classico del cinema di fantascienza

Una recensione ‘no spoiler’ di Moon, opera prima del regista Duncan Jones. Un film ispirato ai classici del cinema di fantascienza e finito col diventare un cult del nuovo millennio.

Se prima di guardare Moon mi avessero detto che è il primo lungometraggio di un regista esordiente, ricco di rimandi ai classici del cinema di fantascienza, tra i quali il magnifico 2001: Odissea nello Spazio… Probabilmente l’avrei snobbato.
Ho il preconcetto (a volte anche fondato, siamo onesti) che un capolavoro sia intoccabile, e remake o tributi non aggiungano nulla di più.

Invece Moon è una sorpresa: dimostra che si può attingere a piene mani da opere vicine alla perfezione e creare qualcosa di originale e interessante.

Leggi tutto “Moon di Duncan Jones: un nuovo classico del cinema di fantascienza”